Creta

Era il 2001 l’anno della prima vacanza a Creta…siamo tornate poi nel 2002 e nel 2003…sembra un secolo e mezzo fa. I ricordi invece sono freschi come allora. I colori nitidi, quelli del cielo terso, del mare cobalto, che si riflette nelle ceramiche locali, delle aspre colline, della piana brulla con i mulini a vento dei Lssithi, della sabbia rosa di Elafonissi, degli intensi profumi della Moussaka appena sfornata e dei sapori non ritrovabili altrove, dello yogurt con il miele, nettare degli dei.

 

Quindici giorni a zonzo per l’isola dormendo qua e là da affittacamere dal profondo senso dell’ospitalità, in belle strutture rinnovate parte integrante della loro abitazione, con il famoso caffè greco – personalemtne non la mia passione – portato la mattina con il succo di arancia e bevuto con la padrona di casa su due sedie sul pianerottolo mentre ci racconta il triste periodo con le avversità con la Turchia, parte della sua vita e della vita della sua generazione e ci sorprende con “Greci e Italiani una razza, una faccia!”. Ci trovavamo a Rethimno.

 

Fra le varie tappe, impossibile dimenticare Elafonissi e la Taberna Panorama dalla quale tramonti meravigliosi accompagnati da Ouzo e limonata facevano da cornice alla conclusione di giornate assolate ricche di bagni e raccolta di conchiglie.

 

E che dire dell’allegra Georgopoli a breve distanza da Hiraklion e soluzione ideale per gli ultimi due giorni prima della partenza. La pensione Nostos con il nostro ormai amico Nostos, cuoco di eccellenza e capofamiglia rappresenta una soluzione eccellente con un ottimo compromesso fra una buona sistemazione e un vero contatto con la realtà. La pensione con la sua taberna dalle sedie di legno blu, il pergolato con gli Hybiscus e dei

gamberoni da far resuscitare i morti è nel centro di questo paesino dalla spiaggia piccola ma dall’acqua tersa alla foce di un ruscello sul quale fare escursione in canoa e vedere tartarughe di fiume e Natrix (serpentelli molto socievoli e assolutamente innocui che nuotano al fianco della canoa).

Sulla spiaggetta un caffè ambulante con tanto di pergolato, sedie e tavolini serve Nescafè frappè a tutte le ore.

 

L’immagine è tersa, il ricordo è vivo. Auguriamo a questa meravigliosa isola del mediterraneo di conservare il più intatta possibile la propria identità e l’antico valore delle tradizioni dell’ospitalità in un momento questo nel quale il turismo sta diventando una seria minaccia per sé stesso e per i luoghi metà del viaggio.

 

Cha 77

Annunci

~ di worldsitetravellers su giugno 14, 2008.

2 Risposte to “Creta”

  1. Io ad agosto farò il giro del peloponneso in auto…e l’isola di Elafonissos è una mia meta obbligata ^_^
    Creta non l’ho ma visitata (doveva essere la nostra vacanza ma poi abbiamo optato per un altro itinerario).
    Ho visto Rodi in compenso ed è stata una vacanza bellissima.
    La grecia è stupenda!!!

  2. Condivido perfettamente!
    La Grecia ha tutto il meglio che si possa desiderare per una vacanza estiva e non: sole male divertimento cultura tradizioni e innumerevoli paesaggi mozzafiato!
    E’ semplicemente eccezionale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: