Prossimo Viaggio a Taiwan!

•dicembre 14, 2008 • Lascia un commento
Carissimi viaggiatori Worldsitetravellers,
viaggio a Taiwan

viaggio a Taiwan

presto avremo un meraviglioso articolo sulle impressioni e le emozioni di 7 giorni a Taiwan a cura del mitico Trio Brio!
Non potete perdervelo!
A presto,
WST.

Annunci

Cambio di testata!!!

•dicembre 8, 2008 • 2 commenti

Cari lettori,

pur essendomi notevolmente affezionata alla vecchia testata, con il variare del tempo e l’arrivo del Natale, non poteva che essere giunto il momento di cambiare testata…  Ed ecco qua la nuova! Che ne pensate??

A presto!

WST.

Quando Moda ed Ecologia diventano strumento per il Dialogo Interculturale

•dicembre 8, 2008 • 1 commento
Florence Festival Sfilata

Florence Festival Sfilata

Carissimi Worldsitetravellers,

per chi di voi si fosse perso uno degli eventi forse più multiculturali e audaci dell’attuale contesto fiorentino, il “Florence Exchange Festival” che di recente vi abbiamo segnalato qui, segnalo il sito, http://www.florence-expo.com/, dove, hanno pubblicato le attività e le relazioni più interessanti, a seguito dell’evento.
Una delle cose che ha più colpito la nostra attenzione è la sfilata dal titolo “MORPHOSIS, body, clothes and waste” la sfilata di Moda creata in collabrazione con l’Accademia delle Belle Arti di Firenze di cui ci teniamo a trasmettervi una breve descrizione ripresa dal sito stesso.

Potrete inoltre vedere alcuni video della sfilata sul nostro neonato canale You Tube all’indirizzo: http://it.youtube.com/worldsitetravellers

“” Dovremo emulare la naturale capacita’ del pianeta di riciclare i materiali minimizzando l’accumulo di prodotti di scarto.” Greenpeace
Morfosi nasce dalla constatazione della generale inadeguatezza del corpo umano e dalla conseguente necessità di modificarlo costantemente sia in senso estetico che funzionale. L’uomo che per sua natura percepisce se stesso e la sua relazione con il mondo, ritiene stimolante se non necessario  modificare sia se stesso sia l’ambiente sviluppando politiche di convivenza e strategie di ottimizzazione del proprio corpo sia in senso estetico che performativo. L’azione sul corpo non è necessariamente irreversibile e le modifiche che lo adattano ad una circostanza possono essere rimosse e sostituite da altre più congrue. L’inadeguatezza rispetto al clima o alle performances e la necessità di accentuare la propria individualità o, al contrario, l’appartenenza  trova una risposta nei vestimenti e nelle protesi occasionali. In generale il senso viene ampliato dagli interventi permanenti o temporanei. L’immagine di sé viene potenziata dalle scelte estetiche individuali o di gruppo che l’essere umano effettua costantemente e raramente l’uomo si presenta completamente nudo, allo stato   naturale.

Florence Festival Sfilata

Florence Festival Sfilata

La nostra sfilata introduce il tema dei rifiuti come risorsa del futuro. Gli artisti lavorano sul senso delle cose, evocano domande sul senso attraverso associazioni inedite, segnano i passaggi epocali, fanno scoperte per mezzo di sperimentazioni libere, nell’esplorare oltre i confini delle esperienze comuni. Ci siamo interrogati sui rifiuti domestici e urbani, su montagne di rifiuti industriali e abbiamo visto colori, superfici, volumi: gli elementi del nostro lessico. Ora il gioco è organizzarli. C’è un’ enorme quantità di materiali e di oggetti abbandonati derivanti dall’attività umana e per noi sono un enorme  potenziale espressivo. La nostra sfilata segna il passaggio dalla considerazione dei rifiuti come problema urgente a quella dei rifiuti come risorsa preziosa.”

Per chi fosse curioso di saperne di più, può visitare la pagina: http://www.florence-expo.com/pages/page.asp?idcontent=56&lang=1.

A presto,
WST.

A Firenze, una Fantastica Cena Internazionale!

•dicembre 2, 2008 • 2 commenti

 

praga castello

praga castello

 

 

 

 

 

Carissimi Worldsitetravellers,

eccoci nuovamente a parlarvi di esperienze, viaggi ed eventi che coinvolgono paesi e culture differenti.
Quanto vi proponiamo oggi e’ un’evento a carattere conviviale organizzato dal consolato Onorario della Repubblica Ceca per la regione Toscana all’interno del suo consueto programma annuale di eventi e manifestazioni.
per maggiori informazioni sul programma completo, cliccate sul questo link: Consolato Onorario della Repubblica Ceca.
A presto!

Consolato Onorario della Repubblica Ceca per la Regione Toscana

Arca Amici Repubblica Ceca Associati di Firenze

Sono lieti di invitarvi alla

Cena del Centro Europa

a cura dello Chef Zdenek Halasek di Cesky Krumlov

Giovedì 4 dicembre 2008, ore 20:00

 

Vivahotel Alexander – Ristorante stagioni

Viale Guidoni 101 – Firenze
Menu di festa:
Involtino di prosciutto di pollo ripieno di formaggio
Zuppa di patate e funghi porcini
Anitra arrosto
Crauti rossi
Gnocchi di Karlovy Vary
panzerotti dolci
birra ceca alla spina
Saranno presentate le tradizioni di Ungheria, Polonia e Slovacchia


Prezzo 30 €

Prezzo per gli associati alle associazioni partecipanti 25 €
Menu speciale per bambini con intrattenimento 10 €


È necessaria la prenotazione al n. 055 43 24 60

In collaborazione con:

Consolato Onorario della Repubblica di Ungheria per la Toscana

Consolato Onorario della Repubblica Slovacca a Firenze

Associazione Culturale Italo – Ungherese della Toscana

Associazione Culturale Italo-Polacca in Toscana

Sei giorni in Andalusia – Ultima Parte

•novembre 7, 2008 • Lascia un commento
Vista di Granada dall'Alhambra

Vista di Granada dall'Alhambra

Ebbene si, siamo arrivati all’ultimo capitolo della saga sui sei bellissimi giorni passati in Andalusia. Devo dire che un po’, mi dispiace! Scrivere di un viaggio è un po’ riviverlo, di conseguenza arrivare alla fine dà le stesse sensazioni che provi prima del ritorno: tristezza e malinconia (Penso sia per questo che l’ultima parte del diario di un viaggio la scrivo sempre a mesi di distanza!!).

Nell’ultimo articolo siamo rimasti alla tanto agognata visita ai palazzi dell’Alhambra.

La visita al palazzo è fissata per le 22, per cui prima della vista abbiamo pensato bene di riposarci un po’.
Così, tornati in albergo, abbiamo fatto la nostra meritatissima doccia e siamo ripartiti rinfrancati e puliti per la mitica fortezza sperando di poter dare una scorsa ai giardini prima dell’ingresso nei palazzi.
Beh, dovete sapere che la fortezza è situata su un colle piuttosto alto e che si può entrare sia dall’entrata in alto che da quella a valle. Il problema è che di biglietterie ce n’è solo una e quindi, a meno che non ci si sia procurati il biglietto in un altro momento o in agenzia, è indispensabile passare dall’entrata a monte.
Ignorando tutto ciò, alle 18.30 ci siamo presentati fiduciosi all’entrata più vicina ovvero quella a monte, soddisfatti di essere così vicini in linea d’aria a dispetto di quei poveri turisti che si sono fatti la salita a piedi o tre quarti d’ora di autobus dal centro.

A quanto pare ci siamo informati male, perché alle 18.30 il complesso di giardini e palazzi dell’Alhambra chiude ai visitatori … con tanto di cancello con lucchetto e bagni sprangati. Ora, se non fosse che eravamo senza macchina, dipendenti dall’autobus e che il parcheggio andava a minuti invece che a ore, saremmo forse potuti tornare anche in albergo per tornare successivamente, ma ciò non era assolutamente concepibile, vista la nostra situazione. Così abbiamo saggiamente deciso di rimanere ad aspettare su una panchina di quel bellissimo e carissimo parcheggio a pagamento.

Come a volte può succedere, ci ritroviamo ad aver bisogno di usufruire dei servizi pubblici e quindi con tanta santa pazienza, abbiamo deciso di procedere per la discesa che porta al centro città alla ricerca di un bar o ristorante con bagno, sapendo perfettamente che dopo la discesa ci avrebbe aspettato una faticosissima salita …

Cos’ è stato, ma alla fine ce l’abbiamo fatta, ed anche il tempo ci è passato più velocemente! J

 

Vista dell'Alhambra dall'Albacin

Vista dell'Alhambra dall'Albacin

 

La visita tanto sospirata si è rivelata invece molto al di sotto delle nostre aspettative. Gli spazi aperti durante le visite notturne sono di gran lunga inferiori, i giardini sono completamente al buio e non si vede neanche dove si mettono i piedi … purtroppo abbiamo visto pochissimo! Le stanze del palazzo dei nazaridi erano per la metà chiusi e per l’altra metà al buio.

Insomma un vero peccato!!

Complessivamente però, i due giorni a Granada sono stati meravigliosi, altri due giorni forse sarebbero stati il massimo, ma avevamo ancora tanta strada da fare e poco tempo rimasto, per cui la mattina successiva partiamo presto alla volta di Tarifa.

4/09/08 Tarifa:

Dovete sapere che Tarifa è un piccolo paese sulla costa sud della Spagna e più precisamente è situata nel punto più a sud di tutta la Spagna, a pochi km dal Marocco. Dalla spiaggia e dal piccolo porto puoi godere di una vista mozzafiato sui monti della costa del Marocco e per poco non vedi anche Tanjeri. E’ spettacolare!

Arrivati in questo piccolo paese molto turistico e molto frequentato dai surfisti di tutto il mondo, troviamo presto una sistemazione vicino alle mura che circondano la parte più antica del centro storico.

Complessivamente l’Hostal che abbiamo trovato non era male, almeno era meglio degli altri che abbiamo visitato e ad un prezzo ragionevole, ma se dovessi tornare lo eviterei accuratamente per una serie di cose che abbiamo scoperto solo dopo aver fissato la camera: infatti, dovete sapere che l’hostal gestisce anche un pub e come immaginerete tiene la musica altissima tutta la notte, che il condizionatore, pur essendo spento faceva un rumore odioso, durato tutta la notte, e soprattutto che c’è un continuo via vai per i corridoi. Insomma evitate di andarci!

Hostal Tarifa

Hostal Tarifa

Dal pontile / passerella che taglia in due la lunga e dorata spiaggia e che arriva ad un piccolo fortino militare, vi ritroverete con alla vostra sinistra il Mar Mediterraneo con la sua piccola e caratteristica spiaggetta affollata di bagnanti, mentre alla vostra destra c’è l’Oceano e la sua immensa deserta spiaggia.

Incredibile, è una sensazione indescrivibile, sembra un sogno! Un miracolo della natura, due cose così diverse a distanza di pochissimi metri.

Molo di Tarifa

Molo di Tarifa

Ed è così che abbagliati da questa spettacolare vista e da questa esperienza decidiamo che l’indomani mattina possiamo ripartire e come destinazione decidiamo per Gibilterra, una città tipicamente British in mezzo alla Spagna.

Complessivamente è un gran caos, fila per la dogana, parcheggi sempre pieni e cari e soprattutto tantissimi turisti in una piccolissima lingua di terra. Devo dire che in quel susseguirsi di paesi piuttosto sgangherati e malridotti tipicamente spagnoli, lì per lì è stata una boccata d’aria che abbiamo preso, ma a due mesi di distanza, ripensando ci non posso che pensare ad un paese complessivamente strano, anacronistico, molto lontano dalla realtà moderna delle città inglesi.

Dopo un corposo fish and chips in un pub del centro, ci dirigiamo (appesantiti) verso la macchina per poi uscire dopo un’ora di coda dalla città/paese e ritornare in terra Spagnola da dove prendiamo la strada per Siviglia, la città che ci ha così calorosamente accolti la prima sera!

Dopo 2 ore e mezzo arriviamo in città, bellissima, un tramonto mozzafiato ci accoglie e insieme a lui anche i nostri amici dell’Alcazar che fra l’altro ci riservano una delle stanze più belle di tutto l’hotel: 4 piano con balcone sul meraviglioso giardino dell’Alcazar.

Mangiamo per la nostra ultim sera in Spagna, dai nostri amici del Fast Food di pesce che ci danno una buona porzione di pesce fritto e in particolare di pesce spada marinato e fritto: eccezionale!

Dopo una stupenda passeggiata per il centro nella direzione della cattedrale e delle stradine che la circondano, concludiamo il nostro soggiorno in Andalusia in bellezza, con una caraffa di quella bibita che chiamano Sangria, che è ben lungi da ciò che noi intendiamo per Sangria … che dire, ovunque si vada si impara qualcosa, in Spagna non ordinerò più né il Gaspaciò né la Sangria!! J

Per il resto, cari Worldsitetravellers, se non siete tipi da villaggio turistico, vi piace esplorare e vivere l’atmosfera e la storia del luogo che state visitando, in linea con quanto con questo log cerchiamo di trasmettere, allora l’Andalusia è il posto che fa per voi! Esploratela, vivetela e vedrete che non vi deluderà!

A presto!

WST

Qualche dritta per chi si accinge a trasferirsi a Londra per qualcosa di più di una semplice vacanza – 2

•ottobre 26, 2008 • Lascia un commento

Carissimi Worldsitetravellers eccoci nuovamente a parlare della vita nella grande metropoli Londinese, di seguito qualche piccola dritta su altre due temi importanti per chi si accinge a pianificare una permanenza lunga a Londra.

Trasporti:
Aereo:
Quando si parla di Londra, in fatto di voli si va sul sicuro! Infatti se ne possono trovare di tutte le compagnie e di tutti i prezzi.
Generalmente, essendo una destinazione molto richiesta tutte le compagnie prevedono ogni giorno, almeno 2-3 voli di andata e altrettanti per il ritorno.
Tra le mie preferite ci sono sicuramente le low cost Ryanair (www.ryanair.com) e Easyjet ( http://www.easyjet.com), ma anche Meridiana (www.meridiana.it) e British Airways (www.britishairways.com) talvolta offrono buoni collegamenti a prezzi accessibili.
Con le compagnie low cost, prima dell’acquisto del biglietto, c’è da stare molto attenti ad alcuni piccoli particolari per poter fare effettivamente un affare, altrimenti rischiano di essere molto più onerose di quelle di linea normali:
1) è consigliabile acquistare il biglietto molto tempo prima, monitorando attentamente le tariffe dei voli che cambiano di settimana in settimana. Così facendo, è facile trovare tariffe molto economiche.
2) Se acquistate i biglietti con Ryanair, considerate sempre una cinquantina di euro almeno di tasse aeroportuali da aggiungere alla tariffa del giorno pubblicata on-line, mentre in Easyjet sono già incluse.
3) Se avete un bagaglio grande, state attenti al peso che ha dei limiti molto rigorosi e ogni chilo in eccesso viene tassato a tariffe esorbitanti: per esempio Ryanair applica 15 € per Kg in eccesso, Easyjet 10 €.
Tutte però prevedono il bagaglio a mano, per cui se non dovete trasportare cose molto ingombranti vi merita portare solo quello, che nel caso della Easyjet, non ha limiti di peso e di ingombro, mentre per Ryanair non può superare i 10 Kg e una dimensione contenuta.

Trasporti in città:
I trasporti urbani sono il mezzo più diffuso per spostarsi per la città anche se estremamente cari. Mentre con la Metro chiamata anche Tube, si spende 4 £ circa per corsa, il famoso Bus rosso ne richiede 2£.
E’ evidente che per chi abita fuori dal centro e si deve spostare frequentemente per lunghe distanze, è indispensabile l’uso di questi mezzi ogni giorno e più volte al giorno. Pertanto suggerisco di munirsi di biglietti giornalieri/ settimanali o mensili. Per questi ultimi, se si è studenti full time e si richiede una Oyster Card direttamente al sito della Oyster, si ha uno sconto fino al 30 % sulle tariffe previste per gli abbonamenti ed è possibile usufruire sia della Metro che dei Bus.
Fate attenzione ai tempi di percorrenza! Infatti, mentre la Metro è una garanzia e i suoi treni passano frequentemente da tutte le stazioni della rete, non è così per gli autobus, che a seconda della linea, del tragitto e dell’orario, il tempo di percorrenza può essere estremamente variabile.

Firenze 14-18 Novembre 2008: Laurea & Professione: Florence International Exchange Festival

•ottobre 21, 2008 • Lascia un commento

Cari Worldsitetravellers,

anche oggi abbiamo selezionato per voi un evento di particolare interesse che si terrà nella prima metà di novembre a Firenze.

Si tratta di un Festival Internazionale il cui scopo principale è l’incontro e lo scambio internazionale fra culture di paesi diversi attraverso le attività che si svolgeranno insieme a studenti, docenti e visitatori.

Come non segnalarvelo!!!

Perciò, ecco qua di seguito qualche maggiore informazione sull’evento.

A presto!

WST.

Laurea & Professione
Florence International Exchange Festival

14-18 Novembre, 2008
www.florence-expo.com

ARCHITETTURA-INGEGNERIA-AMBIENTE-ARTE
MODA-DESIGN-CONSERVAZIONE-RESTAURO

Il punto di incontro tra giovani, professionisti e aziende

Si chiama Laurea&Professione – Florence International Exchange Festival l’evento che, a Firenze, consentirà a studenti e laureati di entrare in contatto con il mondo professionale delle aziende e degli studi che, a loro volta, potranno presentarsi a professionisti di tutto il mondo. Grazie a conferenze, workshops, testimonianze aziendali e poster sessions tenute da esperti internazionali, i partecipanti avranno l’opportunità di scambiare idee e costruirsi un network internazionale.

Promosso dalla Fondazione Romualdo Del Bianco di Firenze, “Laurea & Professione” giunge alla sua V edizione. Saranno presenti professionisti come David Fisher, autore delle torri rotanti a Dubai e Mosca, Patrick Wyss, che ha progettato il Museo Tatanka voluto da Kevin Costner, Nelson Shanks, che ha ritratto personaggi come Lady Diana, Giovanni Paolo II e Margareth Tatcher, Yury Nazarov, presidente dell’Associazione dei Designer Russi, oltre a rappresentanti dell’ICOMOS e dell’ICCROM.

L’evento è collegato anche ad un archivio virtuale che raccoglie tesi di laurea di giovani laureati creando una vetrina dei giovani talenti internazionali. Tali lavori verranno anche esposti a Firenze, dove il Comitato Scientifico con esperti provenienti da 13 paesi, selezionerà il miglior progetto che riceverà il premio di 4000€, offerto dalla Confindustria di Firenze. Gli iscritti al database potranno vincere anche uno degli altri premi: premi in denaro, stage, soggiorni-vacanza, la pubblicazione su riviste di settore.
 
Per maggiori informazioni può essere contattata la segreteria organizzativa al
www.florence-expo.com
info@florence-expo.com